Il casco

Ha lo scopo di evitare l'urto diretto del capo contro corpi contundenti, limitando le lesioni in caso di incidente; esso non è però in grado di assorbire totalmente urti violenti.



Il casco integrale protegge anche il viso da traumi e lesioni.



E' bene che sia dotato di visiera che protegge viso e occhi da impatti con insetti, ma deve garantire la perfetta visione con qualunque condizione di luce o illuminazione; essa va sostituita se rigata o danneggiata. Il sistema di aerazione del casco consente di limitare il pericolo di appannamento della visiera.



Deve essere di tipo omologato e di taglia adatta alla persona.



Può essere utilizzato solo se integro e deve essere ben allacciato per evitare di perderlo in caso d'urto, indossato in modo errato o senza averlo allacciato correttamente può comportare gravi rischi alla salute in caso di caduta o incidente.







Subisce un processo di invecchiamento dovuto a luce e calore.



La sua pulizia deve essere effettuata con detersivi non corrosivi e non con solventi che potrebbero compromettere al robustezza della calotta esterna.



Il casco deve essere sostituito dopo che abbia subito un forte urto, anche se non mostra deformazioni sulla calotta esterna.



Non è consentito apporre adesivi di qualunque tipo.







L'uso del casco è obbligatorio per i conducenti di ciclomotori a due ruote senza limiti di età e tutti i conducenti ed i passeggeri di motocicli.



Non è invece obbligatorio per i conducenti di tricicli con carrozzeria chiusa (motocarri) e di motocicli dotati di idonea cellula di sicurezza.



Deve essere indossato anche a bordo dei quadricicli a motore privi di carrozzeria (Quad)



Il casco deve essere utilizzato anche per spostamenti brevi e a bassa velocità.







Il conducente che non indossa il casco è soggetto alla decurtazione di punti dalla patente di guida.