Comportamento del conducente verso gli utenti più deboli della strada

Bisogna usare maggiore prudenza nei confronti degli utenti deboli della strada, e quindi delle persone diversamente abili, degli anziani, dei bambini, dei conducenti che dimostrano guida incerta, dei conducenti di veicoli adattati per persone diversamente abili, delle persone in bicicletta, dei pedoni o di coloro con scarsa capacità di movimento.







Deve fermarsi e dare la precedenza al pedone non vedente con il bastone bianco(cieco) o bianco-rosso (sordo cieco) accompagnato o meno da cane guida, che si accinge ad attraversare la strada, anche fuori dalle strisce pedonali, senza spaventarlo con una brusca frenata o con l'uso del clacson.







In presenza di donne in gravidanza o che spingono una carrozzina per bambini, deve evitare di avvicinarsi troppo con il veicolo per evitare di spaventarle. Quando si parcheggia un veicolo è vietato ostruire eventuali scivoli del marciapiede per non impedire il passaggio di pedoni che spingono una carrozzina per bambini







Deve tenere presente che persone anziane sono esposte a maggiori pericoli, perché data la loro età, le loro capacità visive e uditive non sono più eccellenti. Potrebbero non fare adeguata attenzione ai veicoli, valutare male la velocità dei veicoli che sopraggiungono, fermarsi al centro della carreggiata e non reagire prontamente alle situazioni di pericolo.



Non bisogna avvicinarsi troppo con il veicolo, per evitare che si sentano minacciati e reagiscano con movimenti pericolosi







In presenza di bambini deve tenere conto dei loro comportamenti imprevedibili, ed essere pronto a frenarsi.



Potrebbero attraversare improvvisamente la strada ad un semaforo senza seguire le norme legate alle segnalazioni luminose;



potrebbe spingersi a vicenda, finendo sulla carreggiata; nelle vicinanza di una fermata di autobus potrebbero attraversare di corsa la strada per salire sullo scuolabus o scendere da esso senza fare attenzione ai veicoli che sopraggiungono; potrebbero non essere visibili mentre impegnano la carreggiata a causa di veicoli in sosta







Quando la carreggiata è occupata da ciclisti o pedoni, per sorpassarli deve mantenere un'adeguata distanza di sicurezza laterale; se si è su strada extraurbana è consigliabile suonare il clacson prima di sorpassarli (non è vero che si devono sorpassare senza superare la velocità di 30 km/h).







Durante la marcia deve controllare frequentemente nello specchietto retrovisore se sopraggiunge un ciclista o un motociclista; deve tener conto che i montanti interni degli autoveicoli condizionano la visibilità riducendo la possibilità di vedere un ciclista, un motociclista o un pedone; deve tener presente che un incidente, anche a bassa velocità, potrebbe creare gravi problemi fisici a pedoni, ciclisti e motociclisti; deve, prima di aprire lo sportello, controllare che non sopraggiungano pedoni, ciclisti o motociclisti.







Prima di impegnare un incrocio, dopo che è scattata la luce verde del semaforo, il conducente deve attendere che i pedoni abbiano finito di attraversare la strada







In vicinanza di un attraversamento pedonale, deve essere molto prudente (specie se ci sono anziani o bambini), quindi considerare:



- che il pedone, nell'attraversare la strada, può diventare insicuro e ritornare improvvisamente indietro, o fermarsi improvvisamente sulle strisce dell'attraversamento pedonale



- che le persone anziane solitamente attraversano lentamente e con difficoltà



- che i bambini hanno spesso comportamenti imprevedibili



- che i pedoni, in special modo i bambini, possono sbucare all'improvviso tra i veicoli parcheggiati.







In vicinanza di un posteggio riservato ai taxi deve fare attenzione ai pedoni che salgono o scendono dal taxi, quindi rallentare ed eventualmente fermarsi se vi sono pedoni che attraversano la strada, senza le dovute precauzioni.



Non può sostare nei posteggi riservati ai taxi.